Quarto Wine – La Terra del Vino e dei Vulcani

Cultura, impegno sociale, spettacolo, imprenditoria, turismo: con il progetto “Quarto Wine – La Terra del Vino e dei Vulcani”, l’importante centro flegreo mira a rafforzare la sua identità territoriale attraverso la riscoperta delle radici storiche, delle preesistenze archeologiche e del patrimonio paesaggistico legato alla vitivinicoltura. Con il sindaco Antonio Sabino, l’assessore alla Cultura Raffaella De Vivo, e l’assessore agli Eventi Enzo Biondi, hanno presentato al Municipio di Quarto il progetto Eugenio Gervasio Ceo&Founder MAVV Wine Art Museum, il coordinatore Francesco Bellofatto e il direttore artistico Claudio Niola.
“Quarto Wine – La terra del vino e dei vulcani” è un progetto articolato in un cartellone di eventi di spettacolo, culturali e di animazione territoriale, in particolare indirizzati alle scuole e al pubblico giovanile. “L’obiettivo del ciclo di eventi – spiega Eugenio Gervasio – è di rafforzare, anche attraverso un dettagliato piano di comunicazione, la percezione del ruolo di Quarto nel panorama nazionale non solo per la sua vocazione vitivinicola, ma anche per le tradizioni ed i siti collegati, inserendola nel circuito del Wine Tourism”.
Il programma, messo a punto dal MAVV Wine Art Museum e finanziato dal POC 2014-2020 – Linea Strategica “Rigenerazione Urbana, Politiche per il Turismo e Cultura”, Azione 3: “Eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” – ha preso il via con una serie di spettacoli nell’ambito della seconda edizione di “Quarto in Luce” e si estenderà fino a giugno 2020. “Protagonisti di questo progetto sono i giovani – aggiunge Francesco Bellofatto – che attraverso spettacoli e contest su video, fotografia e racconti, racconteranno le radici e la cultura di Quarto e dei Campi Flegrei”. Con questo progetto, inoltre, la cittadina flegrea lancia un forte segnale contro l’alcolismo giovanile: “Quarto è il centro pilota della nostra campagna Bere Consapevole – aggiunge Bellofatto –: gli studenti nel territorio saranno impegnati in laboratori per la produzione di spot e reportage contro la dipendenza da superalcolici, in modo da essere protagonisti e testimonial di questa importante sfida di grande impatto sociale”.
In programma anche convegni sulla cultura del vino, il paesaggio agricolo, workshop con professionisti del settore.
“E’ un momento importante per rendere Quarto un punto focale della strategia di sviluppo del campi Flegrei – dice il sindaco Antonio Sabino -. La realizzazione del progetto è legata alla capacità di una forte sinergia tra il mondo produttivo e le forze sociali, con la scuola in prima linea, per rafforzare i valori identitari del nostro territorio ed inserirlo nei circuiti turistici legati all’archeologia e all’enogastronomia. Quarto può è deve diventare una tappa importante per chi visita i Campi Flegrei”.
Il programma di eventi, messo a punto dal direttore artistico Claudio Niola, prevede una serie di appuntamenti di grande rilievo nell’ambito del Wine Art Fest in Tour, kermesse che prevede degustazioni, visite guidate e concerti affidati a protagonisti della scienza musicale internazionale quali Tony Esposito.
Di rilevo anche il Premio Città di Quarto, riservato a giovani artisti e professionisti, della comunicazione, dell’arte e del design, con riconoscimenti sulle tesi di laurea e per il miglior documentario sul bere consapevole e sull’identità dei Campi Flegrei.

Leave your comment